Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Laurea in Ingegneria Chimica Istruzioni per l'uso

Istruzioni per l'uso

Questa pagina intende fornire informazioni e suggerimenti agli studenti del Corso di Laurea in Ingegneria Chimica del nuovo ordinamento (ordinamento ex DM270/04).

Il riferimento primario rimane comunque il Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Chimica. Altre informazioni importanti sono reperibili sul sito della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base (SPSB)

Attività formative del Corso di Laurea e relative forme di accertamento 

 
La Laurea in Ingegneria Chimica si consegue dopo aver acquisito 180 crediti formativi universitari (CFU) attraverso lo 
svolgimento delle seguenti attività didattiche ed i relativi accertamenti:

Attività didattica
Forma di accertamento
Corsi di insegnamento Esame con relativa verbalizzazione
Conoscenza della lingua inglese (3CFU) Test informatizzato gestito dal Centro Linguistico di Ateneo (CLA)
Altre attività formative
(Ulteriori conoscenze. Vedi sotto per i dettagli)
Attestazione con apposito verbale (Modello AC)
Tesi di Laurea
Esame di Laurea

Prova di orientamento ed obblighi formativi aggiuntivi (OFA)

Prima dell'immatricolazione è necessario sottoporsi ad una prova di orientamento. Ai primi di settembre e prima dell'inizio delle attività formative del primo anno di corso si svolge una prova obbligatoria d’ingresso Questa consiste in un test di ammissione obbligatorio, non selettivo ma con attribuzione di Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) in caso di carenza dei requisiti di accesso. Il test prevede la somministrazione di un questionario a risposta multipla su argomenti di Matematica, Scienze, Logica e Comprensione Verbale. Maggiori informazioni sul test sono reperibili all’indirizzo http://www.cisiaonline.it/area-tematica-tolc-cisia/home-tolc-generale, dove sono anche disponibili (a) un link per allenarsi; (b) il calendario delle prove in modalità anticipata (eseguita su prenotazione nei mesi di febbraio-luglio mediante procedura on-line (TOLC) completata in appositi locali di Ateneo); (c) il calendario delle prove in presenza (TIP), eseguite su prenotazione nel mese di settembre. I calendari delle prove e altre informazioni sono reperibili sul sito della SCPB . Data, ora e modalità della prova sono rese note mediante avvisi pubblicati sul portale della Scuola.  Gli studenti che non superano il test alla prova di orientamento ottengono un punteggio inferiore alle soglie prestabilite, avranno un Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA), pari a 3 Crediti Formativi Universitari di "Basi di Matematica", che impone di dover sostenere con esito positivo, prima di tutti gli altri, l’esame di Analisi Matematica I. In ogni caso, il debito formativo dovrà essere estinto entro il primo anno di corso 

 

Corsi di insegnamento

 
I corsi sono tenuti con calendario semestrale. Il primo semestre di norma si sviluppa nel periodo che va dalla fine di settembre a dicembre. Il secondo semestre di norma si sviluppa nel periodo che va dai primi di marzo alla metà di giugno. Il calendario dei corsi e le informazioni concernenti i docenti e le aule sono pubblicati nella sezione del sito dedicata alle attività didattiche
 

Esami di profitto

  
Le sedute di esame sono previste in "periodi di esame" nei mesi di Gennaio/Febbraio, Giugno/Luglio e Settembre. Le date di inizio/fine delle finestre di esame e il calendario degli esami sono anch'esse disponibili nella sezione del sito dedicata alle  attività didattiche

Gli esami possono essere sostenuti, di norma, solo all’interno delle finestre di esame. Sono previsti degli ulteriori appelli di esame durante i periodi dedicati ai corsi per studenti che si trovano in particolari condizioni. Le norme complete sulle modalità di svolgimento degli esami sono scaricabili qui.  

Gli esami possono essere sostenuti esclusivamente nel rispetto dei vincoli di propedeuticità stabiliti dal Regolamento Didattico. Si precisa che la verifica dei vincoli di propedeuticità, e l’eventuale annullamento degli esami sostenuti in difetto del soddisfacimento dei suddetti vincoli, avrà luogo a valle di ciascun periodo di esami. Si riterrà soddisfatto il vincolo di propedeuticità per un esame A anche se un esame B ad esso propedeutico è stato sostenuto con esito favorevole successivamente ad A ma nella medesimo periodo di esami.      

 

Accertamento della conoscenza della lingua inglese  

 
Agli studenti è prescritta l’acquisizione di 3 CFU relativamente alla conoscenza della Lingua inglese. L’accertamento sarà effettuato attraverso il superamento di un test informatico che viene gestito dal Centro Linguistico di Ateneo. I 3CFU si ritengono superati anche esibendo al CLA una idonea certificazione di conoscenza della lingua inglese. Tutte le informazioni sul test, sulle date di svolgimento e sulle prenotazioni, nonché sulla certificazione della propria conoscenza sono riportate sul sito del Centro Linguistico di Ateneo

 

Modalità di assegnazione dei Crediti Formativi per "Ulteriori conoscenze"

A partire dagli immatricolati nell'Anno Accademico 2016/2017 gli studenti di laurea triennale in Ingegneria Chimica devono completare il loro percorso di studi con l'acquisizione di 3CFU per le cosiddette "ulteriori conoscenze". Nel seguito vengono date indicazioni sulle modalità di acquisizione di talli CFU.

1. Il Corso di Laurea offre un ciclo di seminari la cui frequenza permette l'ottenimento dei 3CFU. In particolare:

- il ciclo di seminari si tiene tutto nella sede centrale di Fuorigrotta (Piazzale Tecchio) oppure nella sede di San Giovanni a Teduccio, e viene ripetuto per tre volte durante l'Anno Accademico nei mesi di Giugno, Settembre e Gennaio. Il calendario dei seminari (luogo, giorno ora) verrà pubblicizzato di volta in volta, insieme alle modalità di iscrizione al ciclo;

- il ciclo è costituito da sei seminari di durata compresa tra le due e le tre ore. Per l'ottenimento dei CFU è obbligatoria la frequenza ad almeno cinque dei sei seminari. La frequenza verrà attestata dall'apposizione della firma dello studente sia all'inizio che alla fine di ciascun seminario. L'ottenimento dei CFU potrà essere subordinato alla presentazione di una relazione scritta o al superamento di un test a scelta multipla. Le modalità della relazione o del test e di successiva acquisizione dei CFU saranno rese note in occasione del primo seminario;

- per il corrente anno il programma di massima dei seminari è il seguente:

1) La biblioteca digitale della Federico II: motori di ricerca, accesso alle pubblicazioni scientifiche e agli ebooks, alle normative tecniche

2) La sicurezza nei luoghi di lavoro. Parte I. Generalità

3) La sicurezza nei luoghi di lavoro. Parte II. I laboratori di ricerca

4) L’Ingegneria Chimica di Processo. Una panoramica

5) Sustainable Chemical Engineering. An overview (in lingua inglese)

6) Product Chemical Engineering. An overview (in lingua inglese)

 I primi tre seminari coprono aspetti generali delle conoscenze utili a un Ingegnerie Chimico nel campo della letteratura tecnico-scientifica e delle normative professionali e della sicurezza. Gli altri tre seminari costituiscono un'introduzione approfondita ai tre curricula del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica della Federico II, che verranno erogati a partire dall'Anno Accademico 2019/2020.

2. Lo studente che abbia svolto attività esterna certificata (sotto forma, ad esempio, di seminari, workshop, tirocini, attività professionali) può richiederne il riconoscimento per l'acquisizione dei 3CFU di ulteriori conoscenze. La richiesta va indirizzata per email al Coordinatore del Corso di Studi fornendo dettagli sull'attività svolta e allegando la certificazione e ogni altra informazione utile per la valutazione dell'attività. I CFU saranno concessi dalla Commissione di Coordinamento Didattico sulla base della domanda presentata.

Si precisa che le attività eleggibili per l'erogazione dei CFU devono possedere due requisiti fondamentali:

- essere pertinenti e coerenti al percorso formativo dell'Ingegnere Chimico

- presentare una sufficiente intensità (numero di ore e di giorni nei quali lo studente è stato impegnato) e continuità. In ogni caso la concessione dei CFU è legata ad una valutazione positiva della richiesta da parte della Commissione di Coordinamento Didattico.

  

Piani di studio: modalità di presentazione

 
Il Curriculum del Corso di Laurea in Ingegneria Chimica prevede insegnamenti a scelta autonoma dello studente (per complessivi 12 CFU).  I CFU a scelta autonoma sono collocati al 3° anno di Corso. Pertanto lo studente, non più tardi del mese di ottobre dell’anno in cui si iscrive al 3° anno di Corso, potrà presentare un Piano di Studi per indicare le scelte operate in relazione ai CFU a scelta. La presentazione del Piano di Studi sarà dispensata a coloro che scelgono gli insegnamenti a scelta autonoma tra quelli suggeriti dal Corso di Studi e riportati nel Regolamento Didattico. Tutti i dettagli sui piani di studio, sulla loro presentazione e la relativa modulistica sono riportati nella sezione Modulistica del sito

Insegnamenti a scelta autonoma dello studente

 
Lo studente potrà selezionare i 12 CFU a scelta autonoma tra insegnamenti impartiti nell’Ateneo.  Si consiglia di eseguire la scelta autonoma dei corsi anticipando il corso di "Sicurezza nei Processi Chimici" previsto nella Laurea Magistrale per consentire una maggiore specializzazione nel curriculum della Laurea Magistrale, e/o di selezionare esami che personalizzino il piano di studi ampliando laformazione di base scientifica e/o ingegneristica (Tab. 2 del Regolamento Didattico).

 

 

Tesi ed Esame di Laurea

 
L’esame di Laurea consiste nella discussione orale di un breve elaborato scritto predisposto dall’allievo. L’elaborato verterà su argomenti proposti dal Docente Relatore e possono essere riferiti a capitoli di libri o lavori scientifici. Il tempo effettivo dedicato a tale attività è orientativamente fissato in 75 ore.

Tempistica

  1. Lo studente chiede al Presidente del Consiglio di Corso di Studi di iniziare le attività di tesi a quaranta giorni dalla data prevista di laurea. La richiesta è impegnativa: lo studente dovrà concludere la scrittura della relazione in tempo utile per la sua discussione. L'elaborato va in ogni caso approvato dal relatore. La sua mancata consegna determina la ripetizione dellʼintera procedura con lʼaffidamento ad un diverso relatore.  
  2. Il Coordinatore della CCD attribuisce in modo casuale il laureando ad un relatore garantendo lʼuniforme distribuzione dei tesisti tra tutti i docenti.
  3. Il relatore assegna al candidato un articolo scientifico o un capitolo di libro, in lingua inglese
  4. Sulla base del materiale fornito dal relatore il laureando prepara lʼelaborato che deve avere la struttura di un breve report di circa 25 pagine. L’elaborato viene preparato esclusivamente dallo studente
  5. Dopo l'approvazione dell'elaborato il candidato presenta il suo lavoro davanti ad una Commissione Ristretta, composta tipicamente dal Relatore e da altri due Docenti. La Commissione ristretta esprime una valutazione che trasmette alla Commissione di Laurea insieme ad una raccomandazione per l’assegnazione del punteggio.
  6. L’assegnazione del titolo di Dottore in Ingegneria Chimica avviene in una seduta pubblica in presenza di una Commissione di Laurea nominata secondo le prassi attuali. 
 
Clicca qui per scaricare il regolamento della Tesi di Laurea

 

Per sostenere l’esame di laurea è necessario:

    1. Presentare la domanda di prenotazione di laurea (scarica qui) entro i termini indicati nel calendario delle sedute di laurea (scarica qui il calendario per l'anno in corso)
    2. Sostenere l’ultimo esame entro entro i termini indicati nel calendario delle sedute di laurea (scarica qui il calendario per l'anno in corso)
    3. In caso di rinuncia presentare la corrispondente domanda (scarica qui) entro 5 giorni prima dell’inizio della sessione di laurea.

Valutazione 

Il Corso di Studi si è data alcune linee guida per l’attribuzione del voto di laurea. Il voto di laurea è formato dal voto base, costituito dalla media dei voti di esame pesati secondo i CFU relativi ad ogni attività formativa e convertita in centodecimi, cui la Commissione di Esame può sommare fino ad otto punti, in relazione alla preparazione ed alla maturità dimostrata dal candidato. E’ richiesto un punteggio minimo di 103.00 per poter conseguire la votazione di 110 e lode. 

Azioni sul documento